Cavatelli freschi con le cozze

Non contenta della produzione scorsa, ho replicato a fare la pasta in casa, questa volta si è trattato dei cavatelli.

Un formato di pasta fresca di origini contadine molto diffuso in Puglia, le origini  di questa regione si possono scoprire anche nella semplicità dei suoi formati di pasta, senza l’utilizzo dell’uovo, ma sempre a base di acqua e farina. I cavatelli hanno la particolarità che nel mangiarli si sente la loro consistenza e la loro  tenacia, avendo una semplice e curiosa forma di barchetta. Da secoli e secoli, tramandati di generazione in generazione, nascono i cavatelli, l’esclusiva specialità di pasta fresca pugliese che tanto bene si sposa ai sapori tipici del Mediterraneo,  apprezzati fin dall’epoca dei Romani .

Ora vi spiego e vi mostro come si fanno.

Ingredienti:

700 gr di semola

500 ml di acqua molto molto calda

sale qb

Procedimento:

Sistemare il tavoliere, piano da lavoro utilizzato per questo tipo di lavoro,  poi bisogna procurarsi di un particolare coltello, privo di manico, dalla punta tonda e privo di seghetto,  che si utilizza proprio per fare la pasta fatta in casa

Mettere la semola sul tagliere formando un vulcano

aggiungere il sale

e l’acqua calda un pò alla volta

iniziare ad impastare, stando attente a non bruciarvi con l’acqua calda, e man mano aggiungere altra acqua fino ad ottenere un panetto, da lavorare

per qualche minuto

ed ecco il panetto pronto

metterlo ad un angolo del tavoliere e coprirlo con un panno in cotone umido, per non farlo asciugare

tagliare un pezzettino, lasciando il resto sempre sotto il panno

dal pezzettino ricavare un “salame”

fino ad ottenere dei bastoncini

ora da questi tagliare un pezzettino alla volta di 1 cm circa, posizionare il coltello sul pezzettino

e tirare il coltello su questo pezzettino, facendo la giusta pressione

fino a quando il pezzetto preso, viene completamente arrotolato

a passaggio ultimato, otterrete il cavatello.

lasciatele asciugare per almeno 12 ore, anche 24 vanno benissimo.

Ho preparato un tradizionale condimento con il quale si mangia questo tipo di pasta, un sughetto gustoso di cozze. Mettere in un pentolino olio e aglio e mettere sul fuoco per far imbrunire l’aglio

aggiungere le cozze

e far cuocere per qualche minuto, aggiungere dei pomodorini, e infine l’acqua, recuperata durante l’apertura delle cozze

lasciare consumare un pò l’acqua , in modo da ottenere un sughetto più consistente, aggiustare di sale.  Portare a bollore l’acqua salata per la cottura della pasta, pochi minuti, circa 5/6 minuti, scolare e condire con il sugo preparato.

la tradizione vuol vedere servire questa pasta in originali piatti di terracotta, simbolo di cibo genuino, casereccio ma sopratutto pietanze di una volta e dalla spesa molto moderata

 

Annunci

3 thoughts on “Cavatelli freschi con le cozze

  1. Pingback: Conclusione del contest Ricette della carestìa dolci e salate | Ecco l’elenco dei partecipanti | Food Blogger Mania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...